Urbanistica democratica

Ho sentito Massetti accennare questo concetto al convegno da lui promosso dove le associazioni di Paderno Dugnano hanno potuto fare le loro proposte sul PGT.

Gli ho chiesto di spiegarlo. Di seguito i sottotitoli in italiano. Queste enunciazioni non sono solo teoria ma anche la guida che Massetti ha seguito negli anni di giunta a Paderno Dugnano.

00:08
chiedi dell’urbanistica democratica, diciamo più semplicemente, perché magari fuorvia l’aggettivo

00:17
diciamo che in Italia c’è poco un dibattito sull’urbanistica, c’è una corrente di pensiero, che
è quella prevalente oggi un po’ dappertutto a destra a sinistra al centro

00:30
che dice in sostanza che l’interesse privato è l’unico interesse
di riferimento e non ci devono essere regole

00:38
così la città si sviluppa, il paese riprende e c’è
un nuovo fiorire dell’economia e delle città. Punto.

00:45
Questa è una posizione sull’urbanisitca che è imperante da sempre in Regione Lombardia.

00:51
La peggior urbanistica italiana è quella lombarda, fatta da Formigoni e da questa giunta

00:57
l’ultima legge urbanistica è stata cambiata 30 o 40 volte, credo che nessuno
oggi sappia quale sia la legge urbanistica di riferimento in Lombardia

01:06
perché si può fare esattamente tutto e il contrario di tutto

01:12
e il principio fondamentale di questa regola il
Lombardia è la deroga, non la regola

01:18
si può derogare su tutto, quindi il privato cottadino può fare quello che vuole

01:25
questo è secondo me è l’urbanistica moderata e conservatrice

01:30
poi esiste una corrente, una modalità che io chiamo
urbanistica democratica, forse è meglio dire urbanistica riformista

01:38
che si fonda su alcuni principi semplici e fondamentali: il primo è le regole

01:44
ci devono essere delle regole, non l’assenza di regole,
per permettere uno sviluppo equilibrato della città

01:53
3 principi fondamentali: le regole, in urbanistica, nel fare le città
ci devono essere delle regole, che tutti devono conoscere

02:03
perché attorno a queste regole si può costruire una città condivisa

02:10
il secondo principio fondamentale, assolutamente disatteso oggi, soprattutto in Lombardia è l’interesse pubblico

02:17
le regole e l’interesse pubblico. Una città si
costruisce attorno agli interessi privati, senza dubbio

02:25
ma fondamentale nell’urbanistica è l’interesse pubblico, perché una città è
fatta di spazi privati e di spazi pubblici

02:32
di interessi privati e interessi pubblici. Chi si preoccupa
del futuro e della vita dei cittadini?

02:37
certamente non l’interesse privato. Quindi ci deve essere un punto di
vista pubblico, che è l’interesse pubblico che permette di armonizzare

02:45
gli interessi privati ma che permette di tutelare anche gli interessi pubblici

02:51
un grande insediamento residenziale porta cittadini in una città. Ma
alla vita di questi cittadini chi deve pensare?

02:59
cioè chi pensa alle strade, alle fognature, alle scuole,
al parco, allo sport di questi cittadini?

03:08
ovviamente l’interesse pubblico. E quindi ci vuole un punto di
vista che tenga insieme non solo la residenza

03:15
ma tutta la vita del cittadino, che è
quello che si chiama la città pubblica

03:19
l’urbanistica si preoccupa di costruire, di sviluppare, di salvaguardare anche la città pubblica

03:19
l’urbanistica si preoccupa di costruire, di sviluppare, di salvaguardare anche la città pubblica

03:25
in questo spazio, nella tessitura Tilane, c’erano 20000 metri quadrati di area privata

03:32
10.000 metri quadrati sono diventati residenziali, gli altri 10.000 sono diventati città
pubblica: in questi c’è una piazza, un parcheggio, c’è una biblioteca

03:47
abbiamo recuperato uno spazio di città pubblica

03:51
uno abbiamo detto che sono le regole

03:56
questa sembra una scontata ma oggi purtroppo non lo
è più perché nella legislazione lombarda soprattutto

04:08
si parla solo di interesse generale e di interesse privato. L’interesse pubblico è scomparso

04:13
Il terzo pilastro fondamentale è la trasparenza: cioè come si decide in
urbanistica, chi decide in urbanistica, perché si decide in urbanistica

04:22
perché anche le modalità della decisione sono fondamentali

04:29
siccome è una scienza che muove interessi economici rilevanti il
cittadino deve sapere perché vengono prese certe decisioni

04:38
perché un’area diventa residenziale, perché un’altra area sempre di
quota privata resta verde per tutta la vita

04:46
perché così è la regola fondamentale, la legge urbanistica
in Italia è fatta in certo modo

04:53
e quindi siccome induce disuguaglianze rispetto al trattamento del singolo
cittadino è fondamentale che le regole siano trasparenti

04:59
di modo che tutti possano parteciparvi e tutti possano
comprendere perché è stata presa una decisione

05:06
quindi la differenza è questa secondo me.

05:10
una urbanistica riformista e anche democratica si basa su questi 3
principi fondamentali: regole, interesse pubblico e trasparenza nelle decisioni

05:20
l’altra è una regola che dice non ci devono essere regole,
l’interesse privato in fondo è quello che porta i capitali

05:28
decide lo sviluppo, questo sviluppo lo concordo col pubblico, in realtà il
pubblico è sempre succube perché gli interessi privati sono molto forti

05:36
e il risultante di questo interesse privato è anche interesse generale

05:42
devo dire che la discussione in Italia, in Lombardia ma anche a
Paderno che è la cosa che ci riguarda più da vicino

05:51
è ancora troppo sottotraccia, se ne discute poco e questo è un guaio

06:00
perché più si discute di urbanistica e più ci si rende
consapevoli di quale può essere non solo il presente

06:08
ma anche il futuro, perché la città si evolve continuamente e una scelta
sbagliata è una scelta che resta per decine e decine di anni
Annunci

Informazioni su Gianni Rubagotti

Videoenciclopedia dell'architettura, dell'urbanistica e del territorio di Paderno Dugnano e del milanese
Questa voce è stata pubblicata in VideoenciclopediaPadernoDugnano e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...