Il ciclo dei Progenitori all’Oratorio di Solaro e…l’apocrifo: Parte 1

Particolare de “L’Ammonimento”

Questo ciclo racconta la storia del peccato originale in 4 tappe

  1. Ammonimento: Dio ammonisce Adamo ed Eva, possono mangiare di ogni frutto ma non di un certo albero
  2. Peccato originale: Adamo ed Eva commettono il peccato originale violando questo ammonimento
  3. Vestizione: Dio tocca i vestiti di Adamo ed Eva quasi a mostrare loro come metterli
  4. Lavoro di Adamo ed Eva, entrambi lavorano nei campi

Partiamo dalla tappa numero 1.

Il punto è che questa scena NON è in nessuno dei 2 racconti della Creazione presenti nella Genesi.

Nel primo racconto della Creazione Dio parla a entrambi, ma non si parla né di Paradiso terrestre né di albero della vita o della conoscenza del bene o del male

Genesi – Capitolo 1: 27, 29

[27] Dio creò l’uomo a sua immagine; a immagine di Dio lo creò;
maschio e femmina li creò.

[28] Dio li benedisse e disse loro:
“Siate fecondi e moltiplicatevi,
riempite la terra;
soggiogatela e dominate
sui pesci del mare
e sugli uccelli del cielo
e su ogni essere vivente,
che striscia sulla terra“.

[29] Poi Dio disse: “Ecco, io vi do ogni erba che produce seme e che è su tutta la terra e Nel ogni albero in cui è il frutto, che produce seme: saranno il vostro cibo.

L’ammonimento è nel secondo racconto ma viene fatta al solo Adamo…perché Eva viene creata subito dopo

Genesi – Capitolo 2

[15] Il Signore Dio prese l’uomo e lo pose nel giardino di Eden, perché lo coltivasse e lo custodisse.

[16] Il Signore Dio diede questo comando all’uomo: “Tu potrai mangiare di tutti gli alberi del giardino,

[17] ma dell’albero della conoscenza del bene e del male non devi mangiare, perché, quando tu ne mangiassi, certamente moriresti”.

[18] Poi il Signore Dio disse: “Non è bene che l’uomo sia solo: gli voglio fare un aiuto che gli sia simile“.

[…]

[21] Allora il Signore Dio fece scendere un torpore sull’uomo, che si addormentò; gli tolse una delle costole e rinchiuse la carne al suo posto.

[22] Il Signore Dio plasmò con la costola, che aveva tolta all’uomo, una donna e la condusse all’uomo.

E’ vero che di fronte al serpente Eva conosce l’ammonimento di Dio

Genesi – Capitolo 3

[1] Il serpente era la più astuta di tutte le bestie selvatiche fatte dal Signore Dio. Egli disse alla donna: “È vero che Dio ha detto: Non dovete mangiare di nessun albero del giardino?”.

[2] Rispose la donna al serpente: “Dei frutti degli alberi del giardino noi possiamo mangiare,

[3] ma del frutto dell’albero che sta in mezzo al giardino Dio ha detto: Non ne dovete mangiare e non lo dovete toccare, altrimenti morirete“.

Ma il punto è che anche se fosse sottintesa una scena dove Dio ammonisce entrambi risulta stonata…perché Adamo era già stato avvertito.

C’è un testo apocrifo relativo al Vecchio Testamento, il Libro dei Giubilei, che era molto diffuso in epoca medievale e quindi probabilmente ancora quando l’Oratorio è stato costruito.

Questo testo, unisce i 2 racconti della Creazione e non racconta di un’ammonimento di Dio ad Adamo ma lo fa raccontare ad Eva.

Ma essendo stati creati Adamo ed Eva già prima del loro arrivo nel paradiso terrestre l’ammonimento a entrambi raffigurata pare più “consona” anche se Eva nell’Eden arriva dopo.

Libro dei Giubilei – CApitolo 3

[5] E il Signore, nostro Diopose un sopore su di lui. Egli si addormentò e (Iddioprese, per la donna, un osso delle sue ossa. E lacreazione della donna, di fra le ossa di lui, fu (dal) fianco e (Iddioformò la carne al posto di esso (osso) e costruì la donna, [6] E Iddio destò Adamo dal suo sonno. Egli, svegliatosi,

si alzò nel sesto giorno, venne presso di lei e la conobbe.

E le disse: “Questo, adesso, (é) osso delle mie ossa e carne

della mia carne. Costei sarà chiamata “mia donna” poiché é

uscita ed é stata tratta dal suo uomo.

[…]

[9] E, dopo che, per Adamo, si compirono quaranta giorni (di permanenza) sulla terra ove era stato creato, lo facemmoentrare nel giardino di Eden perché lo coltivasse e ne prendesse cura. E la donna la fecero (sic!) entrare all’ottantesimogiorno ed essa, dopo questo (giorno), entrò nel giardino di Eden.

Nel prossimo articolo esamineremo un altro dipinto del ciclo che non appare nella Bibbia, cioè quello della vestizione.

Annunci

Informazioni su Gianni Rubagotti

Videoenciclopedia dell'architettura, dell'urbanistica e del territorio di Paderno Dugnano e del milanese
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...